I luoghi più belli della Sicilia: viaggiare dietro casa

Lo ammetto vergognandomene non poco: sono stata a Istanbul ma non ho mai visitato Palermo, ho girato varie isole della Grecia ma non ho mai messo piede alle Egadi, a Pantelleria o a Ustica.

Riserva Naturale di Vendicari

Fenicotteri alla Riserva Naturale di Vendicari, SR

 

Abbiamo la fortuna di vivere in Italia – nonostante ultimamente ce ne lamentiamo spesso – indubbiamente uno dei Paesi più belli del Mondo a livello artistico, culturale e anche naturalistico. Desideriamo l’America, ma lì se la sognano la nostra Cappella Sistina, il nostro cibo, i nostri vini, i nostri borghi caratteristici e i nostri capolavori di ieri e di oggi. E se amiamo così tanto viaggiare e magari non sempre ne abbiamo la disponibilità, non è forse il caso di smetterla un pochino di pensare alle mete esotiche e cominciare ad apprezzare quanto di più bello possediamo già a casa nostra? Anche io vorrei tanto girare i templi della Cambogia, ammirare i fiordi norvegesi e rilassarmi sulle spiagge Californiane, ma dato il periodo di magra dovrò risparmiare un bel po’ prima di arrivarci, però ho capito che non per questo devo limitarmi a stare chiusa dentro casa e a mettere i viaggi da parte, ma piuttosto ho deciso di cominciare a viaggiare dietro casa e a scoprire le meraviglie della mia terra, la Sicilia, che credetemi, per certi aspetti odio fino al midollo, ma per altri è ricca di luoghi splendidi, unici a modo loro e che non mi fanno rimpiangere il dover rimandare al futuro i viaggi a lungo raggio.

Riserva naturale orientata Cavagrande del Cassibile

Riserva naturale orientata Cavagrande del Cassibile, SR

Riserva Naturale di Vendicari

La tonnara della Riserva Naturale di Vendicari, SR

Ho cominciato recentemente, quindi, a scoprire la mia regione ed è bellissimo raccontarla come se fosse un posto nuovo.

This wonderful landscape is the essence of #Sicily: sea, earth, sun and prickly pears – #Panarea

Una foto pubblicata da Michela Arnò (@michelarno) in data:

Quindi a una o due ore di macchina da casa mia, ho visitato la bianchissima scogliera della Scala dei Turchi, ho visto i fenicotteri e il particolare mare blu dell’Oasi di Vendicari, ho colto i particolari del barocco catanese, ho scalato diversi crateri dell’Etna, ho nuotato nelle splendide coste eoliane, ho sfaticato per arrivare ai laghi di Cavagrande del Cassibile, ho letto le leggende dei templi agrigentini, ho scavato tra la storia siracusana e sto continuando, weekend dopo weekend (o meglio mercoledì dopo mercoledì, il weekend ahimè spesso lavoro), i luoghi più belli della Sicilia, alcuni che avevo raramente sentito nominare e che ho scoperto essere dei veri e propri paradisi terresti.

Heaven on earth: #IsolaBella, #Taormina – #Sicily

Una foto pubblicata da Michela Arnò (@michelarno) in data:

Non ci credete ancora? Restate sintonizzati su questi schermi, nasce la rubrica “Sicilia da Scoprire“: vi porterò con me in giro per la mia Regione.

Natura selvaggia in #Sicilia: forre laviche del Simeto

Una foto pubblicata da Michela Arnò (@michelarno) in data:

Rispondi