Viaggio a Vienna: Benvenuti nella città imperiale

Programmate un viaggio a Vienna, la bellissima capitale austriaca, con la sua veste elegante e un fascino immortale che viaggia tra un passato glorioso e un presente che celebra per le vie la storia asburgica.
Si respira forte l’art Nouveau di Klimt, la musica eterna di Mozart, Beethoven e Schubert, l’architettura gotica dei meravigliosi monumenti, il mito della principessa Sissi.

Potete visitare Vienna in 48 ore almeno, ma per non perdere anche i tanti musei e le altre chicche che conserva la città austriaca, dedicate un viaggio a Vienna dai 3 ai 5 giorni.

viaggio a vienna

Viaggio a Vienna

Come Muoversi

Con 5 linee di metropolitana, 28 di tram, 90 linee di autobus, muoversi a Vienna non sarà certo un problema. Il centro storico si può benissimo girare a piedi, oppure affittate una bicicletta nei numerosi punti citybike (prima ora gratis, seconda ora 1 euro, www.citybikewien.at).
Per viaggiare con i mezzi pubblici (biglietto di corsa semplice 2,10€), è conveniente fare un abbonamento in base alla durata del vostro soggiorno: biglietto 24 ore per tutta la rete 7,10 €; biglietto 48 ore per tutta la rete 12,40 €; biglietto 72 ore per tutta la rete 15,40 €; biglietto settimanale (valido solo dal lunedì al lunedì alle ore 9.00) 15,80 €.

Cosa vedere a Vienna

Parlando delle glorie passate della città imperiale, imperdibile è l’Hofburg, che fu per sette secoli il palazzo imperiale. All’esterno un ampio cortile fa da cornice alla gotica e imponente struttura, mentre le carrozze con i cavalli trasportano i turisti, come in una trasposizione dei secoli passati. All’interno del palazzo potete visitare gli Appartamenti Imperiali, il Museo di Sissi, la Camera del Tesoro, il Museo delle Argenterie e la Scuola di Equitazione. Metro U3 Herrengasse.

Hofburg

Hofburg

Altro luogo a rappresentanza della storia imperiale austriaca – e il posto che mi ricorda che devo ripartire per un viaggio a Vienna, dopo quella pioggia di ferragosto di un paio d’anni fa che mi impedì di visitarlo – è lo Schonbrunn, il castello di Sissi. Attraverso le 40 stanze si potranno ripercorrere le vicende storiche legate all’imperatrice Elisabetta di Baviera, oltre a visitare i Giardini Imperiali e la Gloriette.
Lo Schonbrunn dal 1996 è patrimonio dell’Unesco. Metro U4 Schonbrunn.

Un raffinatissimo giardino, ricco di statue e fontane, divide i due splendidi palazzi barocchi del Belvedere. L’Oberes Belvedere è una galleria d’arte, custode delle collezioni di Klimt, su tutti Giuditta (1901) e Il bacio (1907-1908), le più famose opere dell’artista simbolo della Secessione Viennese. L’Unteres Belvedere ospita la seconda parte della galleria imperiale dedicata all’arte medievale. Tram D Schloss Belvedere, tram 71 Unteres Belvedere.

Giardini del Belvedere

Giardini del Belvedere

Molta arte, in tutte le forme, si può ammirare al MuseumQuartier, un vero e proprio quartiere di aggregazione per giovani intellettuali e artisti, e luogo che ospita musei e centri culturali, oltre che mostre e istallazioni itineranti. Ne abbiamo parlato qui: www.partodaqui.com/i-musei-del-mq-di-vienna. Metro U2 Museumquartier.

Se siete appassionati di musica, durante il vostro viaggio a Vienna, potete visitare i luoghi dove nacquero le sinfonie dei compositori austriaci: Casa di Mozart, Casa di Beethoven, Casa di Schubert, e ovviamente la Casa della Musica.
Se invece vi affascina il padre della psicoanalisi, visitate la Casa di Freud.

Ancora musei: in Maria-Theresien-Platz si affacciano, con un’architettura speculare, due musei che sicuramente amerete: il Museo di Belle Arti (“Madonna del Prato” di Raffaello e “l’Arte del Dipingere” di Vermeer, e opere di Velazquez, Rubens, Rembrandt) e il Museo della Storia Naturale (quest’ultimo particolarmente consigliato, passerete dai minerali fino alle migliaia di specie animali). Metro U2 e U3 Volkstheater.

Museo di Belle Arti

Museo di Belle Arti

Museo di Storia Naturale

Museo di Storia Naturale

E poi arte grafica al Museo dell’Albertina. Metro U1, U2 e U4 Karlsplatz/Oper.
Come avrete capito la cultura a Vienna è particolarmente sentita e infatti si contano oltre 100 musei.

Durante il viaggio a Vienna, non mancate di ammirare Karlsplatz, il Duomo di Santo Stefano, il quartiere di Landstrasse con le case colorate di Hundertwasser, il Municipio e il Parlamento, e le vie dello shopping Kartnerstrasse, Mariahilfestraffe e Graben.

Duomo di Santo Stefano

Duomo di Santo Stefano

Parlamento di Vienna

Parlamento di Vienna

In estate a Rathausplatz potrete assistere al Filmfestival a Rathaus: proiezioni di film gratis e numerosi stand gastronomici da ogni parte del mondo. E se per caso vi trovate a Vienna il sabato, visitate il mercatino delle pulci Naschmarkt: si trovato ottime occasioni per l’acquisto di vinili.

Rathaus

Rathaus

Infine, per una pausa che è il giusto connubio di relax a divertimento, visitate il parco Wiener Prater: oltre 1700 ettari di verde e tante attrazioni, dalle più storiche a quelle adrenaliniche. Qui si trova la ruota panoramica Riesenrad, simbolo della città. Metro U1 e U2 Praterstern. Ne abbiamo parlato qui: www.partodaqui.com/divertirsi-a-vienna-wiener-prater

Dove dormire a Vienna

Io ho confortevolmente soggiornato all’hotel Mozart, 3 stelle ben collegato al centro con ricca colazione inclusa. www.hotelmozart-vienna.at. Metro U4 Friendensbrucke.

Cosa mangiare a Vienna

Prima di darvi appuntamento con il post della rubrica “Mangiare Vegetariano a Vienna”, vi anticipo che questa è la patria della birra e della torta Sacher e dello strudel.

articolo pubblicato su PartoDaQui il 14/03/2014

Rispondi