Trekking in Sicilia: percorsi di escursionismo per una vacanza attiva

Tra le numerose riserve naturali e le aree protette, i vulcani attivi, le oasi e i canyon, i borghi costieri e le aree montale, ecco i sentieri consigliati dove fare trekking in Sicilia. Per i viaggiatori appassionati di sport all’aria aperta e con la voglia di esplorare territori e passeggiare lungo sentieri (di varia tipologia e difficoltà) che attraversano luoghi naturali di rara bellezza, rappresenta un’esperienza unica di vacanza attiva a contatto con la natura.

Trekking in Sicilia:

Scalata allo Stromboli

Stromboli vista dal mare – Foto di Michela Arnò

Uno dei vulcani più attivi al mondo: la scalata allo Stromboli, l’isola più settentrionale dell’arcipelago delle Isole Eolie, è adatta a chi è in buona forma fisica a causa della ripidità dei sentieri. È da preferire l’escursione notturna per ammirare meglio le eruzioni e i flussi di lava che si riversano sul mare: in un paesaggio lunare, costeggiando la sciara del fuoco, sono necessarie tre ore per raggiungere la sommità a 918 metri sul livello del mare. Dal cratere si assiste ad uno spettacolo emozionante e coinvolgente ed in mezzo ad un surreale silenzio si può sentire il respiro del vulcano e ammirare le spettacolari eruzioni. Servono altre due ore per la discesa. Per l’escursione è obbligatorio affidarsi ad una guida locale autorizzata ed essere attrezzati col giusto equipaggiamento (noleggiabile in loco).

La sciara del fuoco – foto di lipari.biz

Monti Peloritani – Trekking Dinnammare

foto di Marco Crupi

Lungo la dorsale dei Monti Peloritani, partendo da Dinnammare – monte a sud di Messina, tra lo Jonio e il Tirreno – si può raggiungere sulla sua cima il santuario “degli innamorati” camminando per 10 km circa. Scendendo da Larderia, si inizia a percorrere la dorsale fino al sentiero Girasì, attraversano boschi di pino, conifere e abeti, raggiunto il punto più basso dell’escursione (Puntale Girasì), si risale fino a Pizzo Corvo (dalla cui cima si ammira una splendida vista). Per i più esperti, dal Santuario di Dinnammare si può proseguire fino al Santuario di Tindari, un cammino da fare in almeno 4 giorni con tappe da 20-25 km giornalieri.

Escursionismo sui Monti Iblei

 

Tremila anni di storia sotto i piedi da restare senza fiato. #Pantalica #Unesco

Un post condiviso da Michela Arnò – Strade&Parole (@michelarno) in data:

Esplorate le bellezze iblee percorrendo itinerari escursionistici dalla costa agli altipiani, dalle cave alla montagna. Si scoprono, quindi, sentieri, feudi e borghi tra natura e antiche tracce rupestre (necropoli). L’associazione Kalura organizza escursioni e camminate, di varie difficoltà, sui Monti Iblei (ma non solo). Ad esempio, il Cammino Ibleo da Ragusa a Santa Croce Camerina o il Trekking ad anello tra gli insoliti sentieri dell’Alta Pantalica, attraversando il torrente Calcinara e fino a Pizzo di Bosco

Visite alla Riserva Naturale “Saline di Trapani e Paceco”

Saline di Trapani e Paceco –
foto di Vincenzo Genova [licenza CC-BY_SA 3.0]

La Riserva naturale integrale Saline di Trapani e Paceco, gestita dal WWF, è, oltre che costituita dalle saline private, una bellissima area di grande impatto paesaggistico per la presenza di mulini a vento, la presenza di numerosi uccelli migratori e per la peculiarità naturalistica. Il WWF organizza visite guidate gratuite prendendo contatto preventivamente con l’Ente Gestore della Riserva al n. di tel. 0923-867700 – 3275621529. Gli itinerari escursionistici, durano circa 2 ore e possono variare in base ai periodi dell’anno.

Cerchi altri luoghi da visitare o dove fare trekking in Sicilia, a contatto con la natura? Leggi anche:

 

Trekking sull’Etna: 3 percorsi fai da te

Visitare le Gole dell’Alcantara: la natura spettacolare in Sicilia

Laghetti di Cavagrande del Cassibile: il Paradiso in Sicilia

Error: Access Token is not valid or has expired. Feed will not update.
This error message is only visible to WordPress admins

There's an issue with the Instagram Access Token that you are using. Please obtain a new Access Token on the plugin's Settings page.
If you continue to have an issue with your Access Token then please see this FAQ for more information.